Cardonguitar live @ Copenaghen

Sono a Copenaghen. Questa volta anche con il Mandolino. Ho compattato tutto in una borsa alla Doraemon e l’ho inserito nel bagaglio a mano, consentito dalla compagnia di volo. Per nessun motivo gli strumenti devono stare lontani dai musicisti!Mandolin in danmark
Suonerò il 6 all’Istituto Italiano di Cultura e per la Società Dante Alighieri qui.

È bello. La musica della tradizione natalizia del Sud Italia e loro non lo sanno ancora ma stiamo pensando ad una sorpresa nel repertorio che li farà emozionare.

Intanto registro cose con Maria Ylenia e conosco realtà nuove e persone nuove.
È incredibile quanta gente bella viva su questo pianeta. Di fronte a me vedo il palazzo dell’UNICEF. E c’è il mare. Il bellissimo e calmo mare del Nord. Una nave immensa porta la gente ad Oslo da qui ogni sera. Sempre alla stessa ora. Può essere che ci vada. Intanto, andate in giro in bicicletta. Ieri ho conosciuto un giovane Italo-Danese che mi ha chiesto dritte per intraprendere la carriera di musicista professionista. Ho scoperto che il governo qui paga gli studenti e gli da un sostegno reale, immediato anche per alloggio e vitto purché non si vada fuori corso. Le case sono riscaldate dal governo con la regolazione della temperatura ottimale e grande isolamento acustico e termico. Abbiamo molto da imparare dalle nostre parti. Soprattuto per la gestione del trasporto pubblico. La gente va in bici ovunque. E rastrelliere per le bici sono in ogni luogo. Le metropolitane connettono l’intera città ed oltre. Ogni 2 minuti circa. Sorridono. Sono felici. Oggi c’è anche il sole.